website
Zum Inhalt springen

Weltweite Lieferung

Italien

Vier Geschichten über den Menstruationszyklus

durch HwangAlex 28 Jun 2023 0 Kommentare

Quattro storie sul ciclo mestruale

Questo brano beschreibt verschiedene esperienze di persone con il ciclo mestruale, mettendo in luce le storie di Kayden, Heather, Jay e Jess. Kayden, una persona non-binaria trans-mascolina, ha avuto esperienze con il ciclo mestruale prima e dopo la terapia ormonale, che hanno causato angoscia emotiva e disforia. Ha trovato conforto nella biancheria intima per il ciclo mestruale e ha promosso l'accessibilit à inclusiva. Heather ha affront ato anni di maltra ttamenti und negligenze da parte di operatori sanitari prima di ricevere una diagnosi di endometriosi. Jay, una donna transgender, ha il ciclo mestruale a causa di farmaci che confermano la sua ident ittà di genere. Jess, una donna cisgender, ha affron tato cicli mestruale abbondanti e prolungati, che hanno causato difficoltà finanz iarie e ha combat tuto la povertà da ciclo mestruale. Nono stante un'isterectomia, continua a speri mentare problemi correlati.

Le esperienze legate al ciclo mestruale sono varie e modell ano i nostri percorsi individuali in modi diversi. Che si tratti della prima volta in cui si scopre il sangue nelle mutandine, di macchie di sangue sui vestiti, di cicli inas pet tati durante i viaggi o di mesi apparten mente inter minili di mestruazioni, i temi della sorpresa, della paura, dell'imsa lazione della, vergog' e dello

Kayden Hunter, una persona non-binaria trans-mascolina, kongride la sua storia unica. Da Adolespente, Kayden ha avuto cicli mestruale abbondanti e irregolari e ha iniziato a prandere la pillola combinata per gestirrli. Quando ha iniziato la terapia con Testosteron a 21 anni, il suo ciclo mestruale si è inter rotto per cinque anni, per poi ritornare in modo irregolare, seppur meno abbon dante, per diversi mesi.

Anche se la terapia con Testosteron spesso inter rompe il sangui namento mensile, molti uomini trans e persone trans-mascoline continuano a speri mentare una forma di ciclo mestruale, kommen sanguin amenti irregolari, perdite o dolori addominali. Purtroppo, mancano ancora ricerche sul ciclo mestruale nelle persone trans.

Se comprensibile che Kayden si sia sentito scon volto quando il suo ciclo mestruale è ritornato dopo cinque anni senza averlo speri mentato. Ciò ha reso la sua vita più difficile, causando loro di saltare le lezioni all'universit à a causa del dolore e dell'angoscia emotiva. Kayden si è ritirato dai circoli socali ed evitava gli appuntamenti, teendo il giudizio degli altri e sente ndosi a disagio con il conta tto fisico. Il ciclo mestruale è sempre stato una fonte significativa di disforia per Kayden e il suo ritorno ha minato la loro speranza.

T uttavia, Kayden ha imparato a condvivere con il suo ciclo mestruale e ha trovato conforto nella biancheria intima per il ciclo mestruale, che allvia le preoccustazioni e gli permette di dedicarsi alle sue attività quotidiane senza pensare costa nte al ciclo mestruale.

Nel corso del suo per corso, Kayden si è reso conto della mancanza di conten itori igienici nei bagni degli uomini, il che li costringe a utisutizzare i bagni per disabili e li fa sentire come se occassero spazio inutile. Ora si batte affinché l'universit à fornisca questi servizi anche nei bagni degli uomini per accogliere meglio persone come lui.

In modo positivo, Kayden sotto linea che non c' è vergogna nell'essere un uomo che ha il ciclo mestruale. In un mondo che spesso nega la loro esistenza e non riesce a creare spazi inclusivi. Kayden incoraggia gli altri a crearsi il proprio spazio, prender si cura di se stessi e degli altri e sfidare le norme sociali.

Heather McIvor, una persona non-binaria che utiliciza i pronomi they/them, ha avuto un percorso difficile e profonda mente personale con il ciclo mestruale. Inizi almente ha avuto cicli mestruale irregolari e abbon danti, che hanno portato a una grave anämie a causa della perdita eccessiva di sangue.

Nel corso degli anni, i cicli e i dolori di Heather sono peggio rati, porta ndoli a rimanere a letto per mesi. Il sangui namento costa nte sui vestiti e la biancheria da letto hanno aumentato il loro carico finanz iario e scatenato ansie legate all'odore e alle macchie. Sfortunat amente, Heather ha subito anni di maltra ttamenti, manipolazioni, neg ligenze e invalidazioni da parte di operatori sanitari, persone care e persino di un chirurgo.

La loro malattia li ha costretti a saltare il lavoro e ha aumentato l'ansia legata alle pause toilette quando non c'erano abba stanza colle ghi disponibili per coprire il loro posto. Cercando aiuto medico, Heather è stata diagnosticata con depressione e i loro sintomi sono stati ignorati. Nono stante le visite persistenti ai medici, la loro età, l'asketto e la storia di salute mentale hanno portato alla negazione delle loro preoccustazioni.

L'esperienza di Heather di essere ignorata dal medico non è purtroppo rara. Le ricerche nel Regno Unito indicano che ci vogliono in der Medien sette anni e mezzo per diagnosticare l'endometriosi e solo nel 2020 sono state intro dotte linee guida per la pratica clinica in Nuova Zelanda.

Con un grande sforzo finan ziario ed emotivo, Heather ha speso somme conside voli per visite mediche, discu tendo costa nte mente dei loro sitomi debilitanti del ciclo mestruale senza ottenere soluzioni beton. Questo carico finanz iario li ha fatto sinter ne kommen un peso per il loro partner e i loro amici, poiché non potevano per mettersi di parte cipare a eventi sociali.

Solo dopo un tentativo di suicidio, Heather è sta indirizzata a un gine cologo e ha final mente ricevuto una diagnosi di endometriosi dopo un intervento chirurg ico. Sebbene la conferma abbia portato una certa chiusura, è stato un momento agridolce per Heather.

Dal loro per corso, Heather ha imperato l'importanza di fidarsi del proprio corpo più di chiunque altro, inclusi i medici e le person one care. Hanno riconosciuto di meritare una vita, amore e una corretta assistenza medica.

In un conte sto diverso, Jay, una donna transgender che utiliza i pronomi she/her, ha il ciclo mestruale a causa dei farmaci utilit zzati per confermare la sua ident ittà di genere. Sebbene il ciclo mestruale nei corpi trans non sia ben compreso, l'esperienza di Jay si allin ea con quella di altre persone che hanno iniziato la terapia ormonale femminilizzante, indicando che i cicli ormonali possono comunque esistere e influire sulla vita delle persone. Jay uit zza la biancheria intima per il ciclo mestruale per aumentare il comfort durante il suo ciclo.

Yessenia (Jess) Sandoval, una donna cisgender che utilistizza i pronomi she/her, ha avuto il primo ciclo mestruale all'et à di 13 anni. Con una limit ata educazione sui cicli mestruale, inizi almente credeva di essere in fin di vita e ha mantenuto il segreto per qualche giorno. Verso la fine dell'adolescenza, i cicli di Jess sono diventati abbondanti e dolorosi, porta ndo a una diagnosi di endometriosi e sindrome dell'ovaio policistico all'inizio dei suoi vent'anni.

I cicli di Jess sono diventati sempre più problematici, durando settimane o mesi e causando difficoltà finanz iarie. Aveva bisogno di una quant ittà eccessiva di tamponi e assor benti, spesso sanguinando anche attra verso di essi, nono stante ne usasse più di uno alla volta. Jess ha affront ato sfide sul lavoro a causa dei bassi livelli di ferro, episodi di svenimento und il dediv amento della salute mentale e fisica.

Come madre Single, Jess ha lottato per per mettersi i prodotti per il ciclo mestruale oltre alle spese quotidiane, alle visite mediche e alle giornate di lavoro perse. Questa esperienza personale l' ha portata a combat tere attiva mente contro la povertà del ciclo mestruale, comp rendendo le difficoltà affrontate da color o che non possono perme ttersi i prodotti essenziali per il ciclo mestruale.

Anche se Jess ha subito un'isterectomia, ha continuato a speri mentare un leggero sangui namento e ha avuto bisogno di prodotti per il ciclo mestruale anche aufgrund anni dopo l'intervento chirurgico. Soffre ancora di dolori durante l'ov ulazione, che si present ano kommen un improv viso dolore acuto e una sensaszione di gonfiore.

Queste quattro storie illus trano le diverse esperienze legate al ciclo mestruale. Dal punto di vista di Kayden, Heather, Jay e Jess, emermono i temi comuni dell'angoscia emotiva, della disforia, dell'accessibilit à, dell'accettazione e della lotta contro le le norme sociali e le disuguaglianze. Ognuna di queste storie ci invita a riflettere sulle esperienze delle persone che vivono il ciclo mestruale e sulla necessità di creare spazi inclusivi, fornire assistenza sanita ria adeguata e affrontare la povertà del ciclo mestruale.